P.S.A.
Casella Postale n° 42
20080 Vermezzo (Milano)
Tel. 339/2328543
Fax 02/94940157
E-Mail: psarally@libero.it

4° Ronde Gomitolo di Lana (BI) - 4-5 maggio 2013

BIELLA. Sono stati i bergamaschi Marco Colombi e Flavio Guerra su Skoda Fabia WRC a vincere il 4 Rally Ronde Gomitolo di Lana, seconda tappa piemontese del Challenge Italia Ronde Asfalto CSAI, con ben 140 iscritti.

Una vittoria meritata quella del giovane bergamansco,  andando il comando dalla prima prova senza mai mollarlo fino al traguardo aggiudicandosi tre speciali su quattro e incrementando via via il proprio vantaggio.

Una gara non facile con una schiera di concorrenti e vetture autorevoli. Tra questi meglio di tutti ha fatto il novarese Franco Uzzeni che con la Subaru Impreza N14 è stato costantemente secondo da inizio a fine, ed ha elogiato la bravura del vincitore.

L'altro gradino del podio è andato al valdostano Denchasaz su Peugeot 206 WRC, progressivamente salito in classifica, conquistando poi il terzo posto grazie alla vittoria dell'ultima speciale ed anche al ritiro della Ford Focus di Pettenuzzo (problemi meccanici) a pochi chilometri dall'arrivo quando era terzo. Meglio è andata alla Ford Focus di Colombi senior, che completa col quarto posto la festa di famiglia.  Grande prestazione dei bolzanesi Zanon-Zelger su Renault Clio, quinti assoluti e primi delle S1600, mentre sesto è Mauro Miele su BMW, vincitore della FA8, dopo  il ritiro di Boroli sull'ultima prova quando era in testa. Velocissime anche le Renault Clio Williams che incoronano Deregibus-Gherlone vincitore della classe FA7 e settimi assoluti.

Nel gruppo “R” successo finale di Corrado Pinzano, mentre in ”N” il vincitore è Bizel, che ha dominato la gara con la Mitsubishi Lancer Evo IX. Gara sfortunata invece per il portacolori di casa Tiziano Borsa, costretto ad alzare bandiera bianca ancora prima di partire per problemi ai freni della sua Peugeot 206 WRC già allo shakedown.

Nelle vetture storiche la vittoria è andata ai valsesiani Simone e Stefano Lanfranchini su Porsche 924, che sull’ultima prova hanno scavalcato Dino Fabbrica con la Porsche 911 per 1” 3,  mentre terzo ha concluso Ferron  su Opel Kadett GTE davanti al biellese Ubertino (Porsche).

P.S. 3 – Curino km. 9,020:
Tris di Colombi, che si aggiudica anche la terza prova speciale della Ronde Gomitolo di Lana. A bordo della sua Skoda WRC, il pilota bergamasco precede Uzzeni, il quale ha lamentato un problema ai pneumatici, ed un sorprendente Denchasaz, con la Peugeot 206 WRC. Rimangono sempre immutate la prime tre posizioni al vertice, anche se il portacolori valdostano è più determinato ad insidiare il terzo gradino del podio, occupato momentaneamente dal torinese Pettenuzzo. Cambiano i gruppi, ma non le posizioni: Boroli, infatti, domina sempre la FA8, davanti a Miele, così come il biellese Pinzano detiene la classe “R3” davanti al debuttante Stefano Filisetti. Infine il gruppo “N”, dove Bizel con la sua Mitsubishi Lancer ha vantaggio di oltre dieci secondi su Jantet. Nella categoria della vetture storiche è ancora testa a testa tra Fabbrica e Lanfranchini, con distacco tra i due di soli 3”1. Ad una sola prova dal termine rimane il punto interrogativo sul meteo, a causa del pericolo pioggia che potrebbe incombere sulla prova di Curino e cambiare l’attuale classifica.

P.S. 4 – Curino km. 9,020:
Colombi mette il proprio sigillo sulla Ronde del Gomitolo, ottenendo il terzo tempo sull’ultima speciale. La prova viene vinta da Denchasaz, che in virtù dell’incredibile ritiro di Pettenuzzo conclude al terzo posto. Secondo invece Uzzeni, autore di una gara accorta senza sbagliare nulla. Colpo di scena in FA8, dove Boroli si ritira, lasciando così a Miele la vittoria di classe. In gruppo “N” tutto facile per Bizal, che a bordo della sua Mitsubishi Lancer EVO IX chiude primo, così come Pinzano in gruppo “R”. Nella categoria riservata alle storiche, Simone Lanfranchini, al volante della Porsche 924, piazza la zampata vincente sull’ultima prova, aggiudicandosi il primo posto per soli 1”3 su Fabbrica.  

Sono 132 gli equipaggi (comprese le otto vetture storiche) che hanno superato le verifiche tecniche e sportive, che si accingono a prendere il via per la quarta edizione del RALLY RONDE GOMITOLO DI LANA. La gara valida per lo Challenge  Italia Ronde Asfalto CSAI  1^ zona e il Campionato Piemonte e Valle d'Aosta è iniziata con la passerella di apertura di sabato sera dallo stadio di Biella,  ma entrerà nel vivo domenica con partenza alle 7,31 per svilupparsi sulle quattro prove speciali previste e arrivo finale alle 18,00 sempre nel capoluogo biellese.
Fin dal mattino di sabato grande affluenza di pubblico ai parchi assistenza e alle operazioni preliminari della gara, e soprattutto sul tratto di strada dello Shakedown ovvero la sessione di prove libere nel primo pomeriggio.
Il pronostico della gara è molto difficile, di certo c'è l'eccellente elenco iscritti con autorevoli piloti da assicurare una gara di alto livello tecnico.

Tra i favoriti ci sono Pettenuzzo-Tirone con la Ford Focus col numero 1, già vincitore alla Ronde de Canavese, quindi Uzzeni-Fappani con la Subaru Impreza sempre un osso duro, Borsa-Berra su Peugeot 206 che già ha sfiorato la vittoria nella prima edizione, il giovane e veloce valdostano Denchasaz (Peugeot 206), e i lombardi Fabrizio Colombi (Ford Focus) e Colombi Jr. (Skoda Fabia), tutti con le WRC e in grado di poter farcela.

Ed ecco alcune dichiarazioni al via:

AUGUSTINO PETTENUZZO: “Cercherò di fare del mio meglio, ma la concorrenza è forte e numerosa”
FRANCO UZZENI: “E' una gara che amo particolarmente, ci tengo ad un bel risultato, spero che non abbia piovere.”
FABRIZIO COLOMBI: E' la prima volta che corro a Biella, bella prova! Ma non sarà una passeggiata giocarsela”

MARCO COLOMBI:  La Skoda Fabia è una bella macchina che mi piace, il percorso pure. Si tratta di vedere il confronto con gli altri. C'è gente che va forte.

FABRIZIO DENCHASAZ: Prima volta che vengo qui e il percorso mi è subito piaciuto. Vedremo dopo il primo giro come va.
MAURO MIELE: Corro per divertirmi e questa gara mi piace, ma vedo bene anche Boroli e Sala .

Non si è presentata alla partenza la Peugeot 206 WRC di TIZIANO BORSA. Lo sfortunato pilota valsesserino è stato costretto a ritirarsi ancora prima del via, per un guasto all'impianto frenante manifestatosi durante lo Shakedown. Nonostante e l'intervento tempestivo dei meccanici e la sostituzione della pompa, il problema non è stato purtroppo risolto in tempo per presentarsi al via.

P.S. 1 – Curino km. 9,020:

E' la Skoda Fabia WRC di Marco Colombi e Flavio Guerra ad andare subito  in testa alla classifica della 4 RALLY RONDE GOMITOLO DI LANA che inizia sotto il sole. Sui 9 km. della prova d'apertura, percorsa in 6' 15” 8, il pilota bergamasco ha preceduto la Subaru Impreza WRC di Uzzeni-Fappani, staccata di 6” 4 e la Peugeot 206 WRC di Denchasaz-Macori a 11” 9.  Un poco più distanti le Ford Focus WRC, con Fabrizio Colombi (Senior) quarto a 14” 4 e Pettenuzzo-Tirone a 15” 9. Subito dietro la Subaru di Boroli, la quale precede a sua volta la Renault Clio di Zanon-Zelger, primi delle Super 1600. Seguono poi Maran-Visconti (Renault Clio W.), primi della numerosa classe FA7. Corrado Pinzano e Zegna su Renault NewClio guidano la R3c, precedendo nella generale Acerbis-Frezzato, primi delle Super2000 con la Proton Satria .

Esce di strada la Peugeot 106 Ralli dell'equipaggio n.125: Claudio Inversini e Rosella Andreselli. A causa di una sospetta frattura al gomito della navigatrice, è richiesto l'intervento dei mezzi di soccorso, tanto che la prova viene sospesa. Gli equipaggi successivi la percorrono quindi in trasferimento con assegnazione di un tempo imposto.

P.S. 2 – Curino km. 9,020:

Marco Colombi si riconferma il più veloce di tutti anche sulla seconda speciale. Il pilota bergamasco rifila infatti 7”4 a Pettenuzzo e 10”3 a Uzzeni. Nella classifica generale rimango invariate le prime due posizioni, mentre Pettenuzzo riesce a risalire al terzo posto dell'assoluta. In gruppo “R” Pinzano, tallonato da Stefano Filisetti a 1” 5 detiene sempre la leadership, così come Boroli davanti a Miele in “Fa8”. Si ritira Maran e l'alessandrino Deregibus sale al comando della FA7 davanti a Boetto, mentre l'ossolano Massimo Margaroli è primo della FA6.

Per problemi al differenziale, si ritira il biellese Giovanni Pinzano (Renault Clio N3) e Luca Oldini e Chantal Galli (Mitsubishi).

Nella categoria riservata alle vetture storiche, lotta serrata tra Fabbrica (Porsche 911) e Lanfranchini (Porsche 924), staccata di solo 1”8.

Record d'iscritti alla sesta prova del Challenge  Italia Ronde Asfalto CSAI:
Duello Pettenuzzo–Uzzeni sulle strade biellesi.

BIELLA. Scatta sabato 4 maggio, con la passerella in Piazza Borsellino a Biella alle 19.31, il “4° Rally Ronde Gomitolo di Lana”,  valido per lo Challenge  Italia Ronde Asfalto CSAI  1^ zona e il Campionato Piemonte e Valle d'Aosta.

Una gara molto contesa, con ben 140 equipaggi al via, che si annuncia agonisticamente interessante e spettacolare, Una parata di bolidi World Rally Cars ad aprire le ostilità, con nomi di prestigio quali:  il torinese Augustino Pettenuzzo su Ford Focus WRC ad aprire la sfilata, seguito dal novarese Franco Uzzeni con la Subaru Impreza S14 WRC che sulle strade biellesi è sempre stato protagonista. Ma altrettanto favoriti  il biellese Max Tonso su Citroen C4 e il valsesserino Tiziano Borsa su Peugeot 206 WRC, quindi  il valdostano Denchasaz (Peugeot 206 WRC), per non dimenticare i lombardi Fabrizio Colombi (Ford Focus) e Colombi Jr. (Skoda WRC).  Seguono le Super 2000 guidate  dalla Proton Satria di Acerbis e le Super 1600  con Tasinato e Foglietti, poi  le Mitsubishi Lancer N4 con in testa Luca Oldini. Ma l'attenzione va posta anche sul terzetto delle FA8 con tre teste di serie quali: Boroli, Miele e Sala.

Al via anche le “storiche” guidate dal novarese Dino Fabbrica su Porsche 3000, quindi il pioniere del gruppo biellese Silvio Ubertino su Porsche 911sc, il valsesiano Simone Lanfranchini su Porsche 924.

La Ronde Gomitolo di Lana  organizzata dalla PSA di Paolo Fortunati si presenta con un nuovo tracciato molto tecnico, con quattro prove speciali, sulla storica prova del “Rally della Lana” di “Curino”  nota  per la spettacolare inversione omonima, che parte da Pray e termina San Bononio. Lunghezza  9.02 Km, (da percorrere quattro volte) per un totale di 36,08 Km di pura velocità su  298 Km complessivi, nei quali i piloti si daranno battaglia fino all’ultimo metro. 

Sabato 4 mattina le verifiche tecniche e sportive dalle ore 9.30 alle 12.30. Seguirà lo Shakedown dalle ore 12.00 alle 15.00, ed infine le ricognizioni, previste dalle ore 15.30 alle 19.00.

Passerella di partenza in Piazza Borsellino a Biella alle ore 19.31, che vedrà le vetture sfilare per le vie della città e raggiungere il parco chiuso alle 19,51 e sostare tutta la notte.

Si riprende Domenica 5 maggio alle 7,31: i concorrenti raggiungeranno Pray per la prova di “Curino” in programma la prima volta alle ore 8.36, la seconda alle 11.28, la terza alle ore 14.20, e la quarta ed ultima alle 17.02. L’arrivo finale in piazza Borsellino a Biella, previsto per le 17,54.

Quella di Biella, è la sesta di diciotto gare, valide per lo Challenge Italia Ronde Asfalto C.S.A.I. suddivise per zone come quelle dei challenge nazionali, ed una Finale alla quale potrà accedere chi avrà partecipato ad almeno due gare della serie. Questa in sintesi la struttura della serie che ha preso il via il marzo scorso. Il progetto vuole premiare le Ronde che nel corso dell’ultima stagione si sono particolarmente distinte per l'organizzazione, la sicurezza ed il percorso. Tra gli obiettivi principali anche quello di avvicinare i giovani al mondo del Motorsport.